Che cos’è il microcredito? Il microcredito è uno strumento di sviluppo economico. Permette l’accesso ai servizi finanziari alle persone in condizioni di povertà ed emarginazione.

È un vero e proprio processo sociale in cui i due attori principali (erogatore e prenditore), cooperando con tutti gli altri soggetti presenti nella filiera, sviluppano una relazione resiliente.

Il padre del Microcredito è il premio nobel Muhammad Yunus. Tali programmi sono infatti diffusi nei paesi in via di sviluppo.

Molti studi dimostrano che il microcredito riduce la povertà. Creando opportunità di generare reddito, una maggiore occupazione e redditi più alti.

I limiti del microcredito risiedono nell’approccio al suo utilizzo. L’applicazione di tassi alti e la mancanza di accompagnamento dei beneficiari possono portare alla mercificazione di questo strumento ed effetti di impoverimento.

In Italia il microcredito è diventato uno strumento di politica economica che può garantire, nel lungo periodo, crescita e coesione sociale. Contribuisce a ridurre le disuguaglianze reddituali e patrimoniali.

Il microcredito imprenditoriale aiuta soggetti in condizioni di temporanea difficoltà economica o sociale e può essere di massimo 40 mila euro. Non richiede garanzie reali ed è costituito da servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio dei soggetti finanziati.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Salario d’efficienza, uno stipendio più alto aumenta la produttività.

Sapevi che cos’è il microcredito?

Secondo te, il microcredito aiuta a contrastare la povertà e le diseguaglianze sociali?

Autore: Dominich Guaddah

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account