I PRIMI DUE CAPITOLI POTETE TROVARLI SULLA PAGINA INSTAGRAM @ECONOMIAIN10SECONDI

1) VERIFICA DEI REQUISITI SOGGETTIVI per svolgere l’attività:
2) ISCRIZIONE AD ALBI ed ELENCHI (per ditta individuale o lavoro autonomo)
3) REQUISITI PER START UP INNOVATIVE (per srl/srls)

Nel caso di DITTA INDIVIDUALE/LAVORO AUTONOMO potresti valutare l’iscrizione in albi/elenchi professionali di categoria. Per iscriversi ad un albo, ruolo, registro ed elenco occorre avere determinati requisiti stabiliti dalla normativa di riferimento, quindi si consiglia di consultare l’iter specifico.

ESEMPIO: Mario, imprenditore che svolge l’attività di agente di commercio.

1. Il primo passo per diventare agente di commercio è l’apertura della Partita IVA.
2. Mario deve poi iscriversi presso la Camera di Commercio più prossima dal punto di vista territoriale, dimostrando di avere i requisiti per svolgere l’attività e depositando un mandato firmato da entrambe le parti contraenti (iscrizione al Registro delle Imprese se l’attività è svolta in forma di impresa e nel REA)
3. Contemporaneamente deve iscriversi anche all’Inps alla sezione “gestione commercianti INPS”
4. Per completare l’abilitazione professionale Mario deve iscriversi all’Enasarco, istituto previdenziale degli agenti di commercio.

Nel caso di SRL gli imprenditori possono verificare se sono in possesso dei REQUISITI per START UP INNOVATIVE

La startup innovativa è un’impresa giovane, ad alto contenuto tecnologico, con forti potenzialità di crescita e rappresenta per questo uno dei punti chiave della politica industriale italiana.

Per beneficiare dei vantaggi introdotti dal l D.L. 179/2012, le START UP INNOVATIVE devono essere in possesso di alcuni requisiti:

– essere società di capitali, costituita anche in forma cooperativa da non più di 5 anni
– avere residenza in Italia, o in altro Paese dello Spazio Economico Europeo ma con sede produttiva o filiale in Italia
– fatturato annuo inferiore a 5 milioni di euro
– non essere quotata in un mercato regolamentato o in una piattaforma multilaterale di negoziazione
– non distribuisce e non ha distribuito utili
– avere come oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di un prodotto o servizio ad alto valore tecnologico
– non è risultato di fusione, scissione o cessione di ramo d’azienda

Inoltre deve essere soddisfatto almeno 1 dei seguenti 3 requisiti soggettivi:

1. la società sostiene spese in R&S e innovazione pari ad almeno il 15% del maggiore valore tra fatturato e costo della produzione;
2. impiega personale altamente qualificato (almeno 1/3 dottori di ricerca, dottorandi o ricercatori, oppure almeno 2/3 con laurea magistrale);
3. è titolare, depositaria o licenziataria di almeno un brevetto o titolare di un software registrato.

Le imprese in possesso dei requisiti possono accedere allo status di startup innovativa tramite autocertificazione sottoscritta dal legale rappresentante e godere delle agevolazioni registrandosi nella sezione speciale dedicata del Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio della propria provincia.

Nel prossimo appuntamento parleremo delle agevolazioni dedicate alle startup innovative

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2021 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account