Di recente, l’agenzia internazionale Fitch ha comunicato di aver alzato il rating dell’Italia da BBB- a BBB con outlook positivo. Cosa si intende con questa frase?

Quando un creditore tratta la concessione di un prestito, valuta l’affidabilità creditizia del debitore, ossia la capacità di quest’ultimo di adempiere le obbligazioni assunte.

Dunque, per rating si intende una valutazione del grado di affidabilità e solidità finanziaria di soggetti (società o Stati) che emettono obbligazioni dirette ad un pubblico di sottoscrittori.

Il rating viene stabilito da apposite agenzie specializzate. Le principali sono tre grandi società statunitensi: Standard and Poor’s, Moody’s e Fitch.

Il giudizio si traduce in una sigla composta da una o più lettere. In particolar modo, più si è vicini alla lettera A, più alto è il rating associato al soggetto valutato.

Dato che il rating esprime il rischio di insolvenza connesso ad un titolo, dalla sua valutazione dipenderanno le oscillazioni dei tassi di interesse che lo Stato dovrà pagare sulle obbligazioni emesse.

Infatti, se il rating dei titoli di uno Stato peggiora vuole dire che è diminuita l’affidabilità creditizia dello stesso. Dunque, gli investitori, a fronte di un maggiore rischio da sostenere, vorranno tassi d’interesse più alti.

L’outlook è uno strumento utile, atto a valutare la stabilità e la solvibilità del soggetto nel medio e/o lungo periodo. Se è positivo, si prevedono dei miglioramenti delle condizioni economico-finanziare del paese.

 

 

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account