In base al Rapporto Italia 2016 di Eurispes il 7,1% degli italiani è vegetariano, e l’1% è vegano. Il dato si basa su interviste e questionari. Dato che questo numero è in forte crescita è lecito chiedersi cosa accadrebbe se da un momento all’altro diventassimo tutti vegani? Se smettessimo di mangiare carne, pesce, uova e altri prodotti di derivazione animale?

Farebbe bene all’ambiente e in alcuni casi anche alla salute, ma malissimo all’economia, soprattutto quella dei Paesi più poveri.

Secondo una stima dell’Onu gli allevamenti producono il 14,5% di tutte le emissioni mondiali di gas nocivi per l’ambiente. Se tutti diventassimo vegani le emissioni alimentari sarebbero ridotte del 70% entro il 2050.

Una dieta vegana potrebbe procurare benefici per la salute e potrebbe ridurre i casi di malattie coronariche, infarti, diabete e la comparsa di alcuni tipi di tumore.

Essere vegani non significa però avere una alimentazione corretta. La dieta vegana è di solito povera di calcio, vitamina D e ferro. Può avere effetti molto negativi per chi non ha la possibilità di avere accesso ad un’alimentazione varia.

Secondo un rapporto dell’Onu, la produzione di carne ammonta all’1,4% del PIL mondiale. Se la si interrompesse, circa 1,3 miliardi di persone, di cui 987 milioni con reddito di fascia bassa, perderebbero il loro lavoro.

Ti potrebbe interessare: Ogni anno nel mondo viene sprecato 1/3 del cibo prodotto

Poi c’è un ulteriore problema, che fine farebbero gli animali? Verrebbero uccisi o abbandonati per tornare a vivere in modo selvaggio?

Secondo te che mondo sarebbe se diventassimo tuti vegani?

Autore: Carmelo La Manna

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account