Secondo una recente studio pubblicato dall’ufficio studi della CGIA di Mestre, in Italia ci sono più pensionati che lavoratori. Il numero delle pensioni erogate sarebbe maggiore rispetto alla somma dei lavoratori dipendenti e autonomi.

A maggio 2020 coloro che avevano un impiego lavorativo erano 22,77 milioni di unità. Gli assegni pensionistici erano 22,78 milioni.

Le cause sono molteplici:

  • un progressivo invecchiamento della popolazione italiana
  • impulso dato da sistemi che permettono di anticipare l’uscita dal lavoro come Quota 100 e Opzione donna.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Siamo il paese che spende di più in pensioni

Viene sottolineato nello studio che in futuro non sarà facile garantire la sostenibilità della spesa previdenziale. Spesa che attualmente supera i 293 miliardi di euro l’anno, pari al 16,6 per cento del PIL.

Perché i giovani, che dovranno portare sulle spalle questa spesa pensionistica sono la generazione più povera. I nati dopo il 1986 hanno, in media, il reddito pro capite inferiore ai 30 mila euro annui, il più basso se confrontato con le classi di lavoratori più anziani.

La NADEF 2022 (Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza):

  • evidenzia una impennata della spesa pensionistica che crescerà del 7,9% il prossimo anno, a causa della obbligatoria rivalutazione ISTAT degli assegni

Il rapporto OCSE sull’Italia, presentato a settembre 2021 raccomandava di riformare necessariamente la spesa pubblica e la politica fiscale al fine di integrare il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il rapporto chiedeva la fine di Quota 100 e di Opzione donna e di ripristinare l’aggancio dei requisiti previdenziali alla speranza di vita, come prevedeva la legge Fornero.

Autore: “In Italia ci sono più pensionati che lavoratori”:

Dominich Guaddah

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account