Secondo le tabelle di Eurostat in Europa i disoccupati di lunga durata, ovvero alla ricerca di lavoro da oltre un anno, dal 2012 sono dimezzati mentre in Italia sono rimasti stabili. Nelle regioni dell’Italia meridionale, senza calcolare le isole, nel 2021 più di 501 mila persone tra i 15 e i 74 anni erano in cerca di un lavoro da oltre 12 mesi. Registrando il Sud Italia più disoccupati della Germania

La Germania conta 497 mila disoccupati di lunga dura. Con una popolazione tripla rispetto a quella delle regioni del sud Italia.

I disoccupati di lunga durata in Germania rappresentano l’1,2% dell’intera forza lavoro contro il 10,3% registrato nelle regioni Sud Italia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Disoccupazione sud Italia, 4 regioni tra le peggiori in ue

Questo significa che nelle regioni del Sud Italia una persona su 10 in età lavorativa è disoccupata da più di un anno.

Nel complesso in Italia i disoccupati di lunga durata nel 2021 erano 1 milione 364 mila. In aumento rispetto al 2020 (1,2 milioni).

Con la pandemia, inoltre, molti disoccupati hanno rinunciato a cercare lavoro entrando nell’inattività.

Sono considerate inattive le persone che:

Non hanno cercato lavoro nelle quattro settimane che precedono la settimana di riferimento”.

Uno dei problemi principali è il basso livello di istruzione registrato al Sud.

La parte principale infatti dei disoccupati di lunga durata nel nostro Paese è formata da persone con un basso livello di istruzione (639mila hanno al massimo la licenza media). Mentre sono 125mila quelli che hanno almeno una laurea triennale.

Secondo te perché ci sono al Sud Italia più disoccupati della Germania?

Autore: Carmelo La Manna

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account