Combatteresti oggi per la Patria?

Se lo avessimo chiesto ai giovani durante la Prima Guerra Mondiale fa la risposta sarebbe stata:

“Siamo pronti a morir per te”, ma oggi?

Facciamo però prima un piccolo excursus.

Il 24 maggio 1915, l’Italia dichiarò guerra all’Austria ed entrò così nella Prima Guerra Mondiale, dieci mesi dopo l’inizio del conflitto in Europa e dopo un disinvolto cambio di alleanze.

Il nostro era un esercito di giovani, famosa era la cosiddetta “Classe di ferro” i ragazzi nati nel 1899. L’ultima classe di leva che venne mandata in prima linea sui campi di battaglia e che dimostrò grande coraggio.

Molti di quei giovani sulle sponde del Piave e dell’Isonzo, nelle trincee di Caporetto e di Vittorio Veneto lasciarono la vita. Alla fine del conflitto il totale per l’Italia fu di 650 mila morti e 450 mila mutilati.

Grazie al loro coraggio e al loro sacrificio l’esercito italiano ha potuto difendere i propri confini e respingere gli invasori.

Dirà di loro Armando Diaz:

"I giovani soldati della Classe 1899 hanno avuto il battesimo del fuoco. Il loro contegno è stato magnifico e sul fiume che in questo momento sbarra al nemico le vie della Patria, in un superbo contrattacco, unito il loro ardente entusiasmo all'esperienza dei compagni più anziani, hanno trionfato".

L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha riportato, dopo più di 70 anni, la guerra in Europa.

Ma quanti sarebbero disposti, oggi come allora, a combattere per difendere l’Italia?

Sicuramente pochi, visto che il servizio militare obbligatorio è stato sospeso nel 2004 e l’esercito italiano risulta essere sotto organico. Nel 2019 disponeva di 174.400 unità* (Fonte: Italiaindati).

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Keynes: l’uomo che predisse la Seconda Guerra Mondiale.

Tuttavia l’Italia è l’11° Paese al mondo per spese nelle forze armate. Nel 2020 ha speso circa 29 miliardi di dollari, pari a circa l’1,6% del PIL.

Risultando al 12° posto tra gli eserciti più potenti al mondo, con un punteggio di 0,2127 (con un indice pari a 0 si identifica una forza imbattibile).

E tu, combatteresti per la Patria?

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account