L’esperienza di Mario Draghi come Presidente del Consiglio italiano si è chiusa dopo 522 giorni di governo Draghi.

Non si può dare un giudizio completo, dato che è stato in carica solo poco più di un anno. In questo periodo ha dovuto fronteggiare molte emergenze, dal Covid-19 alla guerra in Ucraina. Con annesse le relative conseguenze economiche.

Partendo dall’inizio, ha presentato nei tempi prestabiliti il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Compito da cui ha tratto origine il suo mandato e su cui era scivolato il governo Conte.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Mario Draghi: l’ultimo dei Keynesiani

Introducendo nel PNRR le quattro grandi riforme (Giustizia, Pubblica Amministrazione, Concorrenza e Fisco) che non facevano parte del progetto iniziale del governo Conte.

L’Italia durante il suo governo ha compiuto progressi sufficienti nell’attuazione del PNRR ed ha ricevuto un primo pagamento. 21 miliardi di euro, nell’ambito del piano NextGenerationEU.

Ha accelerato in modo evidente la campagna vaccinale, rispetto a quanto fatto dal precedente governo Conte. Gestendo un’uscita dal lockdown a tappe.

L’Italia, con Draghi, ha assunto un ruolo centrale nel dibattito pubblico europeo grazie soprattutto alla credibilità internazionale del suo premier.

Dal 13 febbraio 2021 (insediamento) ad oggi, le leggi approvate in via definitiva sono state 125 ( circa l’80% di queste sono di iniziativa governativa).

Fonte: Openpolis.

Come valuti i 522 giorni di governo Draghi?

Autore: Carmelo La Manna

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account