Putin l’ultimo Zar

Sai perché Putin è considerato l’ultimo Zar di Russia?

Prima di scoprirlo facciamo un piccolo excursus storico.

Nel X secolo un popolo di origine scandinava si stanziò a Nord del mar Nero e venne chiamato dalle popolazioni locali Rus.

Probabilmente dal termine “ruotsi” (coloro che remano)

Nel XV secolo Ivan III sposò l’ultima erede dell’Impero Bizantino, appena caduto in mano turca e assunse il titolo di Zar

L’appellativo Zar è l’abbreviazione di Caezar, “Cesare”.

Pietro I Romanov (XVII secolo) fu il primo Zar a capire l’importanza di uno sbocco sul Mediterraneo.

Inaugurò così una politica di conquiste che coinvolse le aree della Crimea e del Baltico.

Da quel momento tutti gli Zar furono coinvolti nelle questioni europee e l’interesse della Russia verso il Mediterraneo aumentò.

La Russia del 1854 attaccò la Turchia, ma la Francia reagì prontamente, organizzando una coalizione a cui partecipò anche il regno di Savoia.

La guerra si concluse con l’assedio di Sebastopoli e la sconfitta della Russia.

Nel 1875 la Russia appoggiò il progetto Bosniaco di staccarsi dall’impero ottomano.

Vinse la guerra contro i turchi e creò lo stato di Bulgaria, ma nel congresso di Berlino del 1878 la Bulgaria fu resa indipendente

Putin l’ultimo Zar di Russia sta continuando la politica di espansione intrapresa dagli Zar.

Intervenne nel 2014 in Crimea, formalmente in difesa dei filo-russi (il 68% della popolazione era russa e solo il 15% ucraina).

Ottenendo di fatto l’annessione della Crime fondamentale per il controllo del mar Nero e l’accesso nel Mediterraneo.

La situazione rimase tesa per molti anni.

A dicembre 2021 Putin ha cominciato ad ammassare truppe sul confine Russo,

Nel 2022 ha riconosciuto le Repubbliche di Luhans’k e Donec’k.

A nulla sono servite le sanzioni dei Paesi occidentali per fermare l’invasione.

Donato Rizzi

1 Comment
  1. […] Putin ha lasciato intendere di essere disposto a usare questo tipo di deterrenza con chi proverà ad interferire nella guerra in Ucraina. […]

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account