Italia indipendente dal gas russo?

Dopo le pensati sanzioni dei paesi occidentali nei confronti della Russia.

Putin risponde con un decreto che dà mandato al governo di stilare entro due settimane una lista di Paesi per i quali saranno vietati i movimenti di export e import “per salvaguardare la sicurezza della Russia”.

Le nuove sanzioni di Mosca potrebbero avere delle forti ripercussioni e l’Italia sarebbe tra i Paesi più esposti: ogni anno importiamo dalla Russia circa 29 miliardi di metri cubi di gas.

Tuttavia, secondo il ministro della Transizione Roberto Cingolani, questa ipotesi non è del tutto preoccupante. Perché l’Italia in breve tempo sarà indipendente dal gas russo.

Il ministro – ospite ad Agorà – ha affermato che:

Si sta lavorando a una rigassificazione, a nuovi impianti e a contratti a lungo termine che in 24-30 mesi dovrebbero consentire all’Italia d’essere indipendente.

Il Governo italiano si sta muovendo d’anticipo. Entro la primavera inoltrata, circa 15-16 miliardi di metri cubi saranno rimpiazzati da altri fornitori.

E anche se Putin decidesse di bloccare la fornitura, aggiunge Cingolani, le riserve attuali e il piano di emergenza darebbero un tempo sufficientemente per arrivare alla stagione “buona”.

Di diverso avviso è Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia e docente dell’Università di Bologna.

Secondo il Prof. Tabarelli, queste non sono operazioni che si possono portare a termine nell’immediato.

Pochi mesi non possono sopperire ad “anni di mancati investimenti per trovare nuovi giacimenti e realizzare rigassificatori”. Ci vorranno anni, se non decenni, per produrre più gas in Italia: ce lo dimostra l’esperienza degli ultimi 20-30 anni. Anche se tecnicamente un raddoppio della produzione da 3 a 6 miliardi di metri cubi sarebbe possibile in un anno”

Probabilmente, conclude Tabarelli, ci toccherà razionare l’energia.

Spegnere i riscaldamenti, la luce e tenere le fabbriche chiuse per qualche ora.

Secondo te, l’Italia riuscirà ad essere indipendente dal gas russo in così poco tempo?

Carmelo La Manna

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2024 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account