Lo stato di emergenza è una condizione giuridica che viene disposta al verificarsi di eventi eccezionali che devono essere affrontate con prontezza d’intervento

Quando viene dichiarato lo stato di emergenza, governo e protezione civile possono esercitare poteri speciali, in deroga a ogni disposizione vigente, per un periodo limitato e predefinito di tempo e nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento giuridico.

Secondo il decreto legislativo n.1 del 2 gennaio 2018 (Codice di Protezione Civile) lo stato di emergenza viene deliberato dal Consiglio dei ministri su proposta del Presidente.

Il primo stato di emergenza per Covid è stato deliberato il 31.01.2020 dal governo Conte-bis e non può quindi essere rinnovato automaticamente oltre il 31.01.2022.

Lo prevede l’articolo 24 del Codice di Protezione Civile:

“La durata dello stato di emergenza di rilievo nazionale non può superare i 12 mesi, ed è prorogabile per non più di ulteriori 12 mesi”

Per questo motivo il Consiglio dei ministri ha dovuto approvare un decreto legge ad hoc per “prorogare tutte le misure di emergenza” fino al 31 marzo 2022 (come già avvenuto a Luglio con il dl 105/2021)

Il decreto legge entrerà in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

E dovrà essere convertito in legge dal Parlamento entro 60 giorni (altrimenti perderà efficacia sin dall’inizio).

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account