La caffeina non è un integratore alimentare, anzi: secondo la rivista New Scientist , il caffè è la droga psicoattiva più diffusa al mondo.

Gli studi sul consumo di caffeina sono tutt’oggi quasi del tutto privi di una supervisione. Nonostante sia, dopo il petrolio, la merce più scambiata sul pianeta.

La caffeina non è presente solo nel caffè, in certi tipi di tè e nelle bevande energetiche, ma anche in alimenti come il cioccolato fondente e il gelato, così come in molti farmaci.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Italiani si indebitano pur di andare in vacanza

È uno dei colpevoli principali della difficoltà ad addormentarsi. La caffeina, infatti lotta contro l’adenosina. Una sostanza chimica presente nel cervello che provoca il sonno.

L’assunzione di caffeina blocca, di norma, il segnale di sonno che l’adenosina manda al cervello. Cacendovi sentire svegli e attenti nonostante l’accumulo di adenosina.

Negli anni 80, alcuni scienziati della NASA esposero alcuni ragni a diversi tipi di droghe: mescalina, LSD, marijuana e caffeina.

I risultati parlano da soli: gli scienziati notarono che quando era somministrata la caffeina, rispetto alle altre droghe, i ragni erano incapaci di costruire una ragnatela che potesse avere qualche uso funzionale.

Using spider-web patterns to determine toxicity in Nasa Tech Briefs

Vale la pena ricordare che la caffeina è una droga stimolante; è anche l’unica sostanza che causa dipendenza che somministriamo senza troppe paure a bambini e ad adolescenti.

Sapevi che il caffè è la droga più diffusa al mondo? Cosa ne pensi?

Autore: Carmelo La Manna

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account