Il cloud seeding ci salverà dalla siccità?

Il cloud seeding, anche detto inseminazione delle nuvole, è una tecnica che permette di stimolare artificialmente la produzione di pioggia all’interno delle nuvole. Questa tecnica risale al 1946 ad opera di un chimico e meteorologo americano Vincent Joseph Schaefer.

Le nuvole vengono “seminate” con getti di ioduro d’argento o ghiaccio secco che vengono sparati da appositi aerei.

Nelle giuste condizioni, questi agenti chimici favoriscono la condensazione, provocando le precipitazioni.

Questa tecnica oltre ad aiutare molti paesi a rischio siccità, può contribuire a migliorare la qualità dell’aria, andando a liberare il cielo da tutta una serie di inquinanti come il particolato.

Il cloud seeding è una tecnica molto dibattuta.

Da molti viene messa in dubbio la sua efficacia inoltre le sostanze chimiche come lo ioduro di argento, legandosi alla pioggia, finiscono nei corsi d’acqua e nelle falde acquifere.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: La curva di Kuznets, la crescita economica danneggia l’ambiente

Nonostante questo, le dimensioni del mercato globale “dell’inseminazione delle nuvole” sono destinate ad aumentare. Questo è dovuto alla crescente adozione di queste tecnologie da parte di vari paesi. Riporta Fortune Business Insight nel suo rapporto “Cloud Seeding Market, 2022-2029“.

La Cina è il paese che fa più uso di tecniche di cloud seeding, per incrementare la pioggia nelle molte regioni aride, tra cui la capitale Pechino.

Uno degli esempi più recenti e noti è stato quello in occasione delle Olimpiadi di Pechino del 2008. Si usò il cloud seeding per concentrare le precipitazioni il giorno precedente alla cerimonia d’apertura.

Gli Emirati Arabi Uniti sono uno dei paesi in cui piove meno al mondo. Per questo motivo, nel 2017 hanno investito 15 milioni di dollari in nove diversi progetti di miglioramento della pioggia.

Secondo te, il cloud seeding ci salverà dalla siccità?

Autrice: Giulia Baccini

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account