In Europa si parla da molti anni di tassare il cibo spazzatura, il famoso junk food.

Diciamo subito che in una situazione di crisi economica diffusa, come questa, l’introduzione di tasse su prodotti superflui e dannosi è un’ipotesi molto gettonata. Concettualmente associabile alle tasse su tabacchi e alcolici.

Queste tasse possono garantite nuove entrate oltre un notevole risparmio. Infatti le malattie legate ad una non corretta alimentazione, come l’obesità, hanno un costo elevato che in Italia oscilla tra 6 e 16 miliardi (dati 2018).

Però ci sono delle difficoltà strutturali da considerare. In primis l’aspetto economico sociale. Perché l’aumento dei prezzi grava soprattutto sui cittadini più poveri.

Le tasse sul cibo spazzatura quindi per essere davvero efficaci devono essere abbinate ad incentivi per il consumo di cibi sani. Evitando così effetti compensatori negativi, come l’ulteriore riduzione di vegetali e nutrienti nobili nella dieta delle fasce deboli.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: La guerra in Ucraina potrebbe portare ad una carestia mondiale

La Francia nel 2012 ha introdotta una tassa di circa 7 centesimi al litro sulle bibite zuccherate. Oltre a garantire all’erario circa 280 milioni di euro all’anno, ha portato a un leggero calo delle vendite di bibite, pari al 3,3%.

Anche in Ungheria dal 2012 è stata introdotta una tassa sul cibo spazzatura calcolata a seconda degli alimenti. Pare essersi rivelata molto efficace. Secondo una rilevazione del 2013, le vendite dei prodotti tassati sono calate del 27%.

Secondo noi la giusta politica fiscale, in difesa della salute pubblica, deve avere una tassazione che consideri l’elasticità della domanda di un prodotto. Ovvero quanto un aumento di prezzo può far diminuire il consumo.

Sei favorevole a tassare il cibo spazzatura?

Autrice: Giulia Baccini

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account