L’Italia è  prima in Europa per riciclo di rifiuti. Nel 2018 eravamo quinti alle spalle di Germania, Gran Bretagna, Francia, Repubblica Ceca.

L’economia circolare va oltre il semplice riciclo dei rifiuti. È un schema basato sulla riduzione degli sprechi e sul riutilizzo delle risorse. Produrre consumando poco o nulla.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Tappi di plastica non si staccano più dalle bottiglie

Tappi di plastica non si staccano più dalle bottiglie

Il termine “economia circolare” è stato utilizzato per la prima volta nel 1988 in da Allan Victor Kneese nel suo libro “L’economia delle risorse naturali“.

Rappresenta una visione completamente opposta all’economia lineare: estrarre, produrre, utilizzare e gettare.

L’economia circolare prevede un modello economico sostenibile: estrazione, produzione, consumo e trasformazione in materia utilizzabile.

L’Italia, stando ai nuovi dati Eurostat, è il Paese europeo con il più alto tasso di riciclo sul totale dei rifiuti speciali e urbani, con l’83% per cento nel 2020 contro il 39% della media Ue.

  • Rifiuti urbani: quelli provenienti dalle abitazioni, dalle strade e dalla pulizia di aeree verdi;
  • Rifiuti speciali: quelli provenienti da attività industriali, agricole e commerciali.

L’Italia è anche prima in fatto di efficienza nell’impiego delle risorse con un punteggio di 268 punti su 300, stando all’Eco-innovation Index, contro una media Ue di 147 punti.

Sapevi che l’Italia è prima per riciclo di rifiuti in Europa?

Carmelo La Manna

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

©2022 Economiain10secondi

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma c'è possibile inviare una e-mail e ti tornare a voi, al più presto.

Sending

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account